Notizie

Approvato il bilancio della Cooperativa Ariete: una prova di resilienza

L’Assemblea dei soci della Cooperativa Ariete, riunita in videoconferenza il 24 maggio 2021, ha approvato all’unanimità il bilancio di esercizio 2020 alla presenza dei vertici della Legacoop Puglia.

“Il bilancio della Cooperativa Ariete è una prova di resilienza. Poche cooperative nel Mezzogiorno sono in grado di affrontare le grandi progettualità disegnate nel PNRR. Ariete può contare su competenze e professionalità, requisiti indispensabili per progettare il futuro. Dobbiamo sostenere con forza la dignità di ciascun lavoratore e le imprese che vogliano misurarsi con questa sfida”, ha dichiarato Carmelo Rollo, presidente Legacoop Puglia.

“Non ci siamo mai fermati durante la pandemia per assicurare al Paese i nostri servizi essenziali. Chiudere positivamente il bilancio 2020 è stato un risultato straordinario soprattutto alla luce dell’impatto durissimo che il covid ha avuto in ogni settore produttivo ma che la Cooperativa è riuscita a controllare con uno sforzo gestionale e organizzativo notevole, grazie all’esperienza maturata in quasi 30 anni di vita e alla solidità della propria struttura patrimoniale. Continueremo a investire in progetti, tecnologia e innovazione e a guardare con fiducia al futuro”, ha dichiarato il presidente di Ariete, Angelo Disabato.

Chiuso il bilancio di esercizio 2020 con un margine operativo lordo (MOL) pari al 4,1% dei ricavi e un utile netto destinato interamente al patrimonio pari ad euro 118.058,82. Il volume dei ricavi si attesta ad euro 28.963.451,00.

Grande attenzione alla sostenibilità ambientale, economica e sociale con la pianificazione delle azioni necessarie alla redazione, nel prossimo futuro, del bilancio di sostenibilità. Rinnovato impegno anche nell’ambito del welfare aziendale. Tra le iniziative messe in campo uno sportello di sostegno psicologico e un corso per la gestione dell’emergenza da covid con l’intento di aumentare le capacità di resilienza alle difficoltà, gestire le paure e i traumi.

To top